lunedì 26 settembre 2016

Sony PlayStation VR: un'esperienza spaziale

Read English Version »

Condividi
Chi segue i canali social di questo blog, si sarà accorto che sabato sono stato in trasferta a Milano per provare PlayStation VR, il nuovo prodotto Sony.

Innanzitutto, complimenti a Sony, per essersi ritagliata uno spazio super accogliente negli spazi di Via Tortona, riuscendo ad emergere come oasi di tranquillità all'interno di un quartiere super affollato per i concomitanti eventi della Milano Fashion Week. Il Sony Playstation VR Dome era perfetto!

Ad attendere i visitatori i ragazzi di Sony davano la possibilità a chi si era registrato di provare alcuni dei nuovi giochi in uscita progettati per il nuovo visore di realtà virtuale.

Inutile dire che ho colto l'opportunità per provarne il più possibile. L'organizzazione dell'evento era impeccabile, non son mai stati necessari più di 5 minuti di attesa per provare un nuovo gioco.

Ma veniamo al dunque, com'è il VR? Eccezionale. Il primo gioco che ho potuto provare era un gioco di guerra ambientato in un futuro distopico. Digiuno da diversi anni dai videogiochi, l'assistente PlayStation mi ha invitato a non esitare e prepararmi per iniziare.

Seduto comodo, mi è bastato infilare il visore e posizionare le cuffie audio per potermi estraniare dal mondo (una volta indossate le cuffie si è completamente immersi nell'esperienza, nessun segnale arriva dall'esterno). L'audio ti avvolge completamente, la colonna sonora e gli effetti sonori del gioco sono studiati nei minimi dettagli per aumentare il livello dell'esperienza. Il visore è dotato di cuscinetti che lo rendono molto confortevole. Regolandolo in altezza è possibile adattare la messa a fuoco.

Una volta iniziato il gioco, un assistente virtuale mi ha guidato a muovere i primi passi, facendomi prendere confidenza con il joystick ed il visore stesso. Catapultato in uno scenerio di guerre stellari, a bordo di un mezzo corazzato, potevo muovere la testa guardando in tutte le direzioni. L'effetto è strepitoso, sembra di essere seduti realmente nell'abitacolo del corazzato. Le deflagrazioni delle armi producono degli effetti con un livello di grafica mai visto, la libertà di movimento all'interno del gioco lascia senza parole. La cosa più impressionante è che se si guarda in basso si può vedere il proprio joystick, integrato nel carroarmato, riprodotto virtualmente dando un effetto ancora più reale al tutto. Da neofita del gioco, una volta presa confidenza col mirino e con i comandi del mio mezzo ho iniziato a sparare all'impazzata, senza curarmi troppo della gestione delle munizioni. Volevo divertirmi, ci sono riuscito!


Dentro il visore si è catapultati in un mondo di realtà virtuale, i segnali che chi lo indossa riceve dall'esterno sono veramente pochi. 

Non sazio dell'esperienza, mi sono spostato al piano inferiore del VR Dome per provare un videogioco di corse automobilistiche. Il concetto è simile, sembra di stare all'interno dell'abitacolo. Qui, però invece di vivere il gioco in prima persona si ha più l'impressione di giocare ad un videogioco tradizionale utilizzando però il maxischermo del cinema. Anche in questo gioco, le cuffie accoppiate al visore danno un effetto ultrarealistico, soprattutto in fase di scalo delle marce. Approvato!

Il mio unico rimpianto è stato andarmente via senza provare Resident Evil, che fra gli altri titoli era disponibile al VR dome. Ci sarà tempo per provarlo in futuro, quando sarà disponibile sul mercato.

Grazie a Sony per l'opportunità e a B. per la sua pazienza nel seguirmi e per i suoi scatti fotografici.
Buzzoole
Condividi

0 commenti:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Fai il login con l'account Google o con un OpenID e di la tua!

Giochi Facebook © 2008 Template by: SkinCorner | Questo blog non è affiliato in alcun modo a Facebook. Vuole solo recensire i suoi prodotti e esprimerne opinioni a riguardo.