mercoledì 23 marzo 2011

Due anni in prigione per aver rubato 12 milioni di dollari a Zynga Poker

Read English Version »

Condividi
A inizio febbraio sul sito della BBC era comparsa la notizia di un hacker che aveva rubato 12 milioni di dollari in chips su Zynga poker (Qui l'articolo: http://www.bbc.co.uk..h12357005).

Ci sono aggiornamenti sulla sua vicenda: quell'hacker, Ashly Mitchell, dovrà scontare due anni di prigione dopo che la Corte Britannica lo ha dichiarato colpevole. L'hacker - ladro - aveva rubato ben 400 miliardi di chips dal famoso gioco di poker sviluppato da Zynga. Questa somma di chips virtuali è stato valutata dalla compagnia 12 milioni di dollari veri (la cifra che l'hacker avrebbe potuto incassare rivendendendoli allo stesso prezzo di Zynga). Mitchell in effetti aveva già iniziato a venderli su Ebay incassando 85.870 dollari veri!

Nel processo che lo ha visto coinvolto è stato calcolato che egli avrebbe potuto facilmente guadagnare 300mila dollari vendendoli tutti. L'hacker è stato quindi punito come è giusto che sia. In sua difesa l'avvocato di Mitchell ha cercato di provare la sua dipendenza per il gioco d'azzardo nel momento in cui il crimine era stato commesso.

Il giudice P. Wassail ha ribattuto che ogni persona che viola i sistemi informatici su cui la gente si basa deve aspettarsi una sentenza molto dura. Sentenza dura proprio come quella che ha ricevuto.
Condividi

0 commenti:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Fai il login con l'account Google o con un OpenID e di la tua!

Giochi Facebook © 2008 Template by: SkinCorner | Questo blog non è affiliato in alcun modo a Facebook. Vuole solo recensire i suoi prodotti e esprimerne opinioni a riguardo.