martedì 16 novembre 2010

Simply Hospital Facebook

Read English Version »

Condividi
Nel dubbio, usa il seno. Questa sembra essere la filosofia dietro il gioco Facebook sviluppato da 6 Waves, Simply Hospital, che inizia con una full screen view di un'infermiera, in una divisa che lascia poco spazio all'immaginazione e richiama l'attenzione su certe s-proporzioni stravaganti. Si direbbe più l'introduzione ad un paio d'ore di intrattenimento per adulti, piuttosto che ad un gioco su Facebook.

Il gioco, inoltre, si sviluppa sulla sottile linea che separa la citazione e il plagio. Pochi di questi tempi ricordano Theme Hospital, della Electronics Arts (1997), nel quale era richiesto di costruire un ospedale e trattare le più svariate forme di malattie inventate e buffe. Simply Hospital attinge con così tanta disinvoltura, da sembrare proprio lo stesso gioco, in certe occasioni. Con il seno, ovviamente. Le malattie di Theme Hospital dovevano essere curate in stanze speciali, con equipe diverse (inclusi dottori, infermieri e inservienti), adatte ad ogni problema. Lo stesso, in poche parole, funziona per Simply Hospital, comprese le impostazioni visive dell'ospedale.

Comunque, è abbastanza diverso dai recenti business sim famosi su Facebook, da risultare una ventata d'aria fresca: alcuni particolari meritano attenzione. Ad esempio, invece di coltivare frumento da rivendere in forma di focaccine dolci, è richiesto di avviare turni di lavoro che si sviluppino entro un periodo di tempo stabilito (a seconda del livello di gioco). Pazienti malati e affranti si trascinano per l'ospedale con lo stesso tocco umoristico già visto in Theme Hospital, effettuano il check-in alla reception e vengono assegnati alla stanza appropriata al loro malanno. Alla fine del turno basta cliccare sul proprio pannello personale per incassare il guadagno.

Fortunatamente non è sempre così semplice. Prima di poter trattare una malattia, occorre una preparazione mirata, effettuata dal proprio centro di ricerca ospedaliero, che studia il disagio e produce una cura. Ogni cura richiede più di una sessione di ricerca per essere efficace al 100%, ed occorre essere certi di avere la stanza adatta a curare la malattia.

Il gioco, però, non lascia molto spazio alla personalizzazione. Sostanzialmente si parte da una struttura di base e ciò che è possibile modificare è solo la disposizione delle stanze e qualche elemento di arredamento clinico, più o meno importante.
Per finire, uno dei fattori di gioco più importanti è la reputazione. Questa può essere incrementata spendendo parecchi soldi nella pubblicità, oppure azzeccando una buona serie di diagnosi esatte e mettendo a proprio agio i pazienti con le varie amenità concesse dalla schermata di gioco.

Se tutto questo vi sembra complicato, non preoccupatevi, la formosa infermiera è a vostra disposizione e vi guiderà in ogni fase del gioco, distraendovi anche dai numerosi errori di battitura presenti nelle schermate.

Ah, e sarebbe meglio controllare che nessuno vi stia osservando prima di iniziare a giocare, l'infermiera potrebbe dare un impressione sbagliata su ciò che state facendo!
Condividi

0 commenti:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Fai il login con l'account Google o con un OpenID e di la tua!

Giochi Facebook © 2008 Template by: SkinCorner | Questo blog non è affiliato in alcun modo a Facebook. Vuole solo recensire i suoi prodotti e esprimerne opinioni a riguardo.